Freeride Uscite

Freeride Uscite

Vieni a scoprire i nostri corsi di sci e snowboard. Trentino Climb è Freeride in Dolomiti.

La tua Guida in sicurezza!

Da anni collaboro con guide alpine valdostane, piemontesi e francesi e ho la possibilità di organizzare uscite di più giorni utilizzando gli impianti e l’ elicottero su gruppi alpini …

Nelle zone sciistiche del Dolomiti si trovano pendii fuoripista di neve polverosa, discese lungo ripidi canaloni, ampi nevai dove poter godere al massimo l’esperienza del freeride Le Guida Alpina Mirko Corn pratica fuoripista e freeride da anni nelle aree del Dolomiti Superski e mette a disposizione la sua esperienza e conoscenza dei luoghi per regalarvi, nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza, un’esperienza davvero unica.

Per praticare freeride in sicurezza è obbligatorio l’ uso dei DPI (dispositivi di protezione individuale) che sono: kit autosoccorso : ARVA , pala e sonda sci tecnico :non è indispensabile a parte nei canali ripidi dove il briefing va fatto in precedenza con la guida alpina snow board :è consigliata la tavola soft Trentino Climb fornisce a nolleggio il kit di autosoccorso al prezzo di 20 € a persona.

E’ possibile noleggiare sci ed equipaggiamento tecnico con alcuni negozi in convenzione. Ecco alcuni proposte di percorsi freeride selezionate dalla Guida alpina Mirko Corn.

Percorsi fuoripista serviti dalla funivia Pordoi

La vasta area del Pordoi Piz Boe è una zona molto conosciuta dai normali turisti (la terrazza delle Dolomiti) per il panorama mozzafiato che si gode dalla cima raggiungibile comodamente con la omonima funivia che parte dal passo. Numerosi sono gli itinerari fuoripista, con dislivelli in salita nulli o minimi, la vastità dell’area abbinata alla varietà ed esposizione dei terreni fa in modo di poter scegliere ogni volta la discesa con la neve più sicura e divertente. I fuoripista più noti e gettonati sono una ventina, anche se in realtà ce ne sono altri sessanta con varianti, descritti su alcune guide specializzate.Le mie proposte sono state elaborate dopo averli percorsi più volte in compagnia, così da poter raccogliere commenti e giudizi e valutarne le difficoltà e la bellezza.

 Freeride in Dolomiti a Val Mesdi

La famosa Val Mesdì con i suoi quasi 2000 metri di dislivello, l’esposizione a Nord totale perché una valle incassata tra le rocce , la pendenza varia, ma sempre veloce la rende una classica imperdibile nel curriculum di uno sciatore. NOTE TECNICHE: media difficoltà, dislivello salita 30 min, tempo medio 5/6 ore.

Freeride in Dolomiti a Val Lasties

Val Lasties – Trentino Climb. Il percorso scende direttamente dalla stazione a monte della funivia , con pendenza regolare, pendii ovviamente aperti vista la quota (3000 mt) fino all’albergo Lupo Bianco.Normalmante percorro questo itinerario la sera per ammirare la neve e la roccia che si trasformano di un rosso infuocato e rendono il freeride ancora più esaltante. NOTE TECNICHE: media difficoltà, dislivello in salita inesistente, tempo medio 2/3 ore.

Freeride in Dolomiti a Val delle Fontane

Val delle Fontane – Trentino Climb. Il percorso parte dalla cima del Piz Boè, scende per 1600 metri e varia, da pendii aperti ai classici canali molto larghi , la frequentazione è quasi nulla e le condizioni, specie la primavera col “firn”, sono spesso eccellenti. NOTE TECNICHE: medio alta difficoltà, dislivello in salita 250 mt (1 ora), tempo medio 5/6 ore.

Freeride in Dolomiti: Tour dei canali

Sul massiccio ci sono dei bellissimi canaloni, il più famoso è il canale Hòlzer. Incassato tra le rocce con un’ inclinazione mai sotto i 40° gradi e una larghezza media di 10 metri, dislivello in discesa 800 metri per poi ricollegarsi alla val Lasties. Canale Joel caratteristica l’ entrata su riporti da vento , pendenza media 35°- 40°, mai sopra questa pendenza, verso la fine si chiude tra le rocce e poi improvvisamente si sbuca sui bellissimi pendii sovrastanti il passo Pordoi.Ha un dislivello di 500 metri per il solo canale.

Freeride in Dolomiti: Marmolada

Marmolada – Trentino ClimbLa Mamolada, la regina delle Dolomiti, è la più alta montagna delle Dolomiti orientali con i suoi 3343 di punta Penia. L’inverno si trasforma nel regno del freeride della Valle di Fassa. Si parte dai 3250 metri di punta Rocca e si scende su pendii bellissimi fino ai 2000 metri del lago Fedaia. Pendenza e varietà degli itinerari ideale sia per iniziare, sia per i più esperti e pretenziosi. Una giornata imperdibile. Le discese per itinerari diversi sono più di venti: la Lidia col suo Canyon finale, le varie varianti attorno al Sasso delle Undici, la discesa fino a villetta Maria, la salita a punta Penia sono solo alcune delle mie proposte.

Freeride in Dolomiti a Cortina d’ Ampezzo

La famosa località turistica non ha bisogno di presentazione, anche qui utilizzando gli impianti si raggiunge il Monte Cristallo e l’ Antecima della Tofana dove scendono alcuni tra i più bei percorsi freeride delle Dolomiti.

Freeride in Dolomiti: Creste Bianche

Il Creste Biache scende dal Cristallo a quota 3050 metri, fino a Carbonin a 1000 metri su pendii aperti e pendenza costante sui 30°- 35°, neve quasi sempre polverosa. In alternativa si può variare scendendo dalla Val Verde nel secondo giro, per rendere la giornata full immersion nella polvere della conca di Cortina.

Freeride in Dolomiti : Bus di Tofana

Bus di Tofana, Dolomiti, Trentino Climb. Il Bus di Tofana è l’ altra grande classica fuoripista della zona, dalla stazione intermedia della funivia “Freccia nel cielo” quota 3000 metri fino a Cortina. Caratteristica la partenza oltrepassando l’arco di roccia naturale chiamato localmente Bus de Tofana. Il pendio è costantemente sopra i 30° per i primi 700 metri . Il pendio è largo e permette di tracciare linee perfette ad alta velocità;bellissimo sia col firn primaverile che ovviamente con la superlativa polvere.

Freeride in Dolomiti : Canale Adriana dalla forcella del Cristallo

Sciata eccezionale, canalone famoso per la bellezza dell’ambiente, la pendenza sempre sopra i 35°, largo e quindi molto divertente nella sciata. Il dislivello del canale è di 1200 metri per un totale di 1990 metri fino a Carbonin. Sciata impegnativa che solo in alcuni periodi della stagione può essere sceso in totale sicurezza. In Val di Fassa sono numerosi i percorsi freeride dell’ area Dolomiti Superski : dal Col Margherita al passo San Pellegrino, l’ Alpe del Cermis , l’Alpe di Lusia,Col Rodella, la Forcella Demetz. Come guida alpina posso accompagnarvi in sicurezza alla scoperta di questa miriade di itinerari, valutando il vostro livello tecnico e fisico per pianificare giornate fuoripista di alto livello qualitativo, dalla neve, alla bellezza, alla difficoltà.

Uscite fuori dall’area Dolomiti Superski

… come il Massiccio del Monte Rosa ,da Grossoney o Alagna e del Monte Bianco in località come la Grave, Andermat, Verbie.

La Grave

Fascino straordinario e gusto dell’alternativo per una stazione sciistica esclusivamente a disposizione degli amanti del fuoripista. E’ necessario in ogni modo usare molta prudenza, bisogna sempre tenere presente che ci si trova in un territorio d’alta montagna e non su una pista da sci. Gli itinerari sono spesso tecnici e lunghi e richiedono attenzione costante. L’ambiente è straordinario, con itinerari sciistici abbordabili ai piedi della parete glaciale della Meije. L’ ideale è il week end lungo, presenti molti gite de tap curati e accoglienti per un rilassante dopo sci, possibilità di noleggio sci da freeride.

Eliski da Alagna o Grossoney

Il classico giro del gruppo include elitrasporto fino al colle del Lys 4200 metri, discesa a Zermat e ritorno con due rotazioni. Il costo del servizio e della guida è di 300€ a persona . DESCRIZIONE TECNICA: 6000 metri di discesa in neve fresca in ambiente glaciale alpino incredibile, dislivello in salita inesistente, le discese su inclinazione media di 35°. E’ necessario avere una buona preparazione fisica e una buon livello tecnico sugli sci.

Trentino Climb è la tua guida in sicurezza

2018-05-27T18:08:03+00:00